Centocinquanta è il numero stimato. Quindici radio circa. Decine di occhi attenti, vivaci e concentrati, divisi tra il divertimento e la consapevolezza che lì si imparano anche le cose.

Perché il Fru è anche questo: settantadue ore di casino, musica, risate, bevute, divertimento. Quest’anno il raduno delle radio universitarie l’ha ospitato Novara: una città piccola, dagli angoli seminascosti, che in tre giorni ha cambiato il suo volto per prestarlo a queste voci. Non solo speaker, ma veri e propri fautori di un cambiamento. Quello di fare radio.

Noi siamo già pronti per il prossimo raduno. In fondo il 2015 è proprio dietro l’angolo. E RadiorEvolution non vede l’ora.