Musica Sotterranea – Keeniatta: la futura “regina del soul” internazionale

Ebbene, lo ammetto. Sono una fan sfegatata di questa artista dalla voce black inconfondibile e consiglierei caldamente alle case discografiche di svegliarsi perché come si dice a The Voice of Italy, è una voce che ‘spacca’, degna della definizione di ‘tigre di The Voice”.

Keeniatta é una donna di 44 anni, per metà sudafricana e per metà indiana d’America (il padre è nativo della tribù Sioux). A 30 anni si è trasferita in Italia, vive a Ischia, in provincia di Napoli.
Canta da quando aveva 3 anni. In Sud Africa ha partecipato a vari progetti artistici in onore del re della sua tribù e ha pubblicato alcuni dischi di vario genere, dal rock al gospel all’ R’n’B. Lavora come cantante sulle navi da crociera e a volte fa qualche evento. La musica è la sua vita e il palco la sua casa. Nella presentazione a The Voice of Italy, ha affermato che i suoi idoli musicali sono sempre state cantanti donne e protagoniste del mondo soul. Una su tutte: Diana Ross, ex leader delle Supremes. Ha vissuto l’apartheid, una guerra sulla differenza e separazione fra i diversi colori della pelle. Il grande messaggio che vuole trasmettere, facendo musica, consiste nel far capire che la musica non fa differenze: “con la musica non c’è razza, non c’è colore e non c’è religione”. Credo che Keeniatta abbia veramente tutte le carte in regola per diventare una straordinaria protagonista della musica soul internazionale.