Oscars 2016: il sogno del web si avvera

Leonardo DiCaprio riesce a portare a casa la statuetta. Vittoria italiana per l’Oscar a Ennio Morricone per migliore colonna sonora. Delusione per Lady Gaga
Chris Rock
Grazie a Leonardo DiCaprio ed Ennio Morricone gli Oscar di quest’anno hanno preso un po’ di vita. Tra battute razziali, antirazziali e uscite molto triste che hanno preso alla sprovvista persino il pubblico, la cerimonia è risultata sotto tono e sin troppo forzata. Dalla battuta sui White Peolple Choice Awards di Chris Rock, che poteva far ridere i primi 3 minuti, l’intera cerimonia si è concentrata sulla polemica “niente nomination per gli attori di colore”. Polemica presa sì con ironia ma talmente tirata sulle lunghe da risultare pesante e noiosa. Si salvano forse alcunisketch e nient’altro. Ellen, Neil, dov’eravate?
Per fortuna il vero protagonista è il cinema e a fare jackpot è stato Mad Max, portandosi a casa ben sei statuette: miglior costume, scenografia, trucco e acconciatura, fotografia, montaggio, montaggio sonoro e sonoro. Alejrandro Iñarritu miglior regista per la seconda volta consecutiva, già nel 2015 si era portato a casa la statuetta con Birdman.
Alejandro G. Inarritu
Migliore attrice non protagonista Alicia Vikander in The Danish Girl, battendo la preferita Kate Winslet e miglior attore non protagonista a Mark Rylance ne Il ponte delle spie.
La Pixar si porta a casa un altro Oscar con Inside Out come miglior film d’animazione.
Ennio Morricone
Prima standing ovation per una premiazione va al grande maestro Ennio Morricone, che per la prima volta nella sua carriera vince l’Osca per la miglior colonna sonora in The Hateful Eight; già nel 2007 Morricone, dopo cinque nomination, aveva vinto il premio alla carriera ma finalmente la tanto attesa vittoria per miglior colonna sonora arriva a 87 anni.
Lady GagaDelusione per Lady Gaga che non riesce a conquistare la statuetta per la miglior canzone, che invece va a Jimmy Napes e Sam Smith con Writing’s on the wall del film Spectre
Momento più atteso della serata sono stati i tre premi finali: miglior attrice protagonista va a Brie Larson in Room, prima vittoria e prima nomination nella sua carriera. Miglior attore protagonista, dopo cinque nomination, a Leonardo DiCaprio che ritira il premio accompagnato da una calorosa standing ovation e dalle lacrime dell’amica di sempre Kate Winslet.
Leonardo DiCaprio
Ecco l’elenco di tutti i vincitori in ordine di consegna:
– Miglior sceneggiatura orginale
Tom McCarthy e Josh Singer – Il caso Spotlight
– Miglior sceneggiatura non originale
Charles Randolph e Adam McKay – La grande scommessa
– Miglior attrice non protagonista
Alicia Vikander – The Danish Girl
– Migliori costumi
Jenny Beavan – Mad Max: Fury Road
– Miglior scenografia
Colin Gibson e Lisa Thompson – Mad Max: Fury Road
– Miglior trucco e acconciatura
Lesley Vanderwalt, Elka Wardega e Damian Martin – Mad Max: Fury Road
– Miglior fotografia
Emmanuel Lubezki – Revenant – Redivivo
– Miglior montaggio
Margaret Sixel – Mad Max: Fury Road
– Miglior montaggio sonoro
Mark Mangini e David White – Mad Max: Fury Road
– Miglior sonoro
Chris Jenkins, Gregg Rudloff e Ben Osmo – Mad Max: Fury Road
– Migliori effetti speciali
Mark Williams Ardington, Sara Bennett, Paul Norris e Andrew Whitehurst – Ex Machina
– Miglior cortometraggio d’animazione
Bear Story, regia di Gabriel Osorio Vargas
– Miglior film d’animazione
Inside Out, regia di Pete Docter e Ronnie del Carmen
– Miglior attore non protagonista
Mark Rylance – Il ponte delle spie
– Miglior cortometraggio documentario
A Girl In The River: The Price Of Forgiveness – regia di Sharmeen Obaid-Chinoy
– Miglior documentario
Amy – regia di Asif Kapadia
– Miglior cortometraggio
Stutterer, regia di Benjamin Cleary e Serena Armitage
– Miglior film straniero
Il figlio di Saul (Saul fia), regia di László Nemes (Ungheria)
– Miglior colonna sonora
Ennio Morricone – The Hateful Eight
– Miglior canzone originale
Writing’s on the Wall (Jimmy Napes e Sam Smith) – Spectre
– Miglior regista
Alejandro G. Iñarritu – The Revenant
– Miglior attrice protagonista
Brie Larson – Room
– Miglior attore protagonista
Leonardo DiCaprio – The Revenant
– Miglior film
Il caso Spotlight (Spotlight), regia di Tom McCarthy

Vincitori
Fiorella Guerra