Musica Sotterranea – Ira Green: nuova protagonista del Rock’n Roll italiano

Ira Green: una voce super rockeggiante che, come dice Jax, durante le sue esibizioni riesce a “spaventare gli uomini che si depilano” oppure, in alcuni casi, a “rendere sterili tutti gli uomini in prima fila”.

Ira Green, nome d’arte di Arianna Carpentieri, 26 anni, è nata a Mugnano ma vive a Villaricca, entrambe in provincia di Napoli. Una lunga gavetta alle spalle, più di dieci anni a fare spola tra un locale e l’altro della Campania assieme alle sue cinque band, guadagnandosi da vivere cantando e suonando, a volte, anche il basso. Ira si è avvicinata alla musica per combattere la sua timidezza e a giudicare dalla carica dirompente con cui affronta il palcoscenico, sembra davvero esserci riuscita.
Il suo percorso alla terza edizione di “The Voice of Italy” è cominciato alle Blind Audition con “Black Dog” dei Led Zeppelin. Una cover che ha letteralmente entusiasmato tutti e quattro i coach e anche il pubblico. Nella sua presentazione, prima dell’esibizione, Ira ha raccontato brevemente di se stessa affermando che, con gli anni, la sua grande passione per la musica ha fortemente inciso sul suo carattere placando le acque della sua interiorità. «Un uragano timido», così l’ha definita Piero Pelù, all’ultima puntata dei Knockout.
Una voce potente e unica. È tosta, determinata, dura come il rock che ama. Ma, dietro a questa immagine, si nasconde una ragazza dalla grande sensibilità.
L’avventura dell’artista più hard rock che sia mai passata a “The Voice of Italy” si è conclusa ad un passo dalla finale, ma il successo della “ragazzaccia” del team Pelù dopo la fine della trasmissione è stato inarrestabile. L’ inedito scritto a quattro mani con Piero Pelù, dal titolo “Il tuo No”, ha impressionato la critica. Una partenza alla grande per una carriera nel segno del rock’n roll che questa estate ha portato Ira in Svizzera, Repubblica Ceca, Francia e nei maggiori club italiani, registrando diversi sold out.
Attualmente è alle prese con la creazione del suo primo album, il cui titolo è già stato svelato “Re(be)ligion” e la cui uscita è prevista per il mese di ottobre 2016.

Etnalove