Anime randagie – Una bellissima vacanza con tanti animali.

100_0434 OKIn questi giorni sto sistemando l’archivio delle foto della mia famiglia. Naturalmente, guardando queste centinaia di foto, tornano in mente una marea di ricordi. In particolare, mi sono soffermato ad esaminare le foto che avevano fatto durante le ferie in montagna nel 2009. Io, mia moglie e mio figlio Corrado, che allora aveva quattro anni, siamo stati una decina di giorni in Sud Tirolo. Avevamo alloggiato in un agriturismo sperduto sul fianco di una montagna, in mezzo a prati e boschi. La proprietaria, quando avevo telefonato per prenotare, mi aveva avvisato che in camera non c’era la televisione, e comunque mi aveva assicurato che non ne avremmo sentito la mancanza. 100_0476 OKAbbiamo così colto la palla al balzo per fare una vacanza veramente istruttiva ed ecologica. Come potete vedere dalle foto, mio figlio Corrado ha passato 10 giorni in mezzo alla natura, giocando sui prati, facendo amicizia con il cane e il gatto dei proprietari dell’ agriturismo, facendo il suo primo giro a cavallo, e vedendo, nella stalla annessa all’agriturismo, come viene munto il latte. Il mese prima eravamo stati a visitare uno zoo safari, dove Corrado aveva avuto occasione di vedere decine e decine di animali esotici. Adesso che Corrado ha 10 anni, ama tantissimo gli animali e credo che su di lui abbia influito molto la vicinanza con gli animali che avuto durante le ferie del 2009. Ho voluto condividere con voi questo pensiero e vorrei invitarvi, soprattutto se avete dei bambini piccoli, a programmare per quest’anno delle 100_0560 OKferie simili. Per un bambino, soprattutto se vive in città, sarebbe molto importante poter passare anche pochi giorni in mezzo alla natura e a contatto con gli animali. Anche perché, sebbene nelle scuole parlino spesso dell’importanza di amare gli animali, poi, all’atto pratico, una vacanza del genere è molto più formativa che qualsiasi esempio teorico. E se avete ancora qualche dubbio, aggiungerò che la proprietaria dell’agriturismo aveva perfettamente ragione: la televisione non ci è affatto mancata. La sera, dopo cena, ci mettevamo nel balconcino e guardavamo il tramonto sulla vallata, ascoltando i 100_0563 OKsuoni che provenivano dalla vicina foresta, caricandoci di una pace e di una serenità, che difficilmente si riesce a trovare nella nostra città, nel nostro vivere quotidiano.

Bruno Manzini.