Anime randagie – Chiuso per ferie?

Scrivo in un momento in cui il caldo opprimente ci fa venire voglia solamente di stare in montagna o al mare, rilassati e tranquilli. Quindi oggi non mi dilungherò molto: voglio comunque fare una raccomandazione e ricordare una particolare categoria di persone, che stimo moltissimo. La raccomandazione è quella, ovvia, viste le condizioni climatiche, di non lasciare per nessun motivo i nostri amici animali in macchina, chiusi e sotto il sole. Le macchine, in pochi minuti, sotto il sole raggiungono anche gli 80°, quindi, se non ci lascereste vostro figlio, non lasciateci neanche gli animali. Per contro, se vedete dei cani o altri animali chiusi in una macchina e lasciati sotto il sole, chiamate subito i vigili.

La categoria di persone che voglio qui ricordare è rappresentata da coloro i quali lavorano come volontari nei canili. I canili non chiudono mai per ferie; gli animali che sono ospitati generalmente durante l’estate aumentano, perché in questo periodo aumentano gli abbandoni. Quindi di conseguenza aumenta anche il lavoro all’interno dei canili e spesso i volontari devono lavorare ancora di più per far fronte all’aumentato numero di ospiti. I volontari sono persone speciali, la cui unica remunerazione gli è data dall’amore che ricevono dagli animali che assistono. In questi giorni di caldo afoso, in cui riesce difficile spesso compiere anche le azioni quotidiane che dobbiamo obbligatoriamente svolgere, avere la forza e la volontà di lavorare nei canili è veramente lodevole. Io l’ho fatto per vari anni e conosco molto bene il senso di gratificazione che si riceve dagli animali che si aiutano. Proprio per questo non mi stancherò mai di invitare chiunque ad intraprendere questa meravigliosa opera di volontariato. Oltretutto potrebbe essere una buona occasione per chi non ha con sé animali, di sperimentare egualmente cosa significa stare a contatto ad esempio con un cane, seppure ospitato nel canile e quindi non di nostra proprietà. Basta contattare il canile della propria zona, il cui recapito può essere facilmente ritrovato su Internet.
Bruno Manzini.