Revolution (A)Live – Nicola Dragotto

Classe 1956, nato da padre siciliano e madre sannita, è sempre stato in bilico fra il suo amore per la canzone d’autore ed il teatro e l’impegno quotidiano della sua professione di avvocato civilista.
Nel 2003 mette in scena il suo primo spettacolo di monologhi e canzoni dal titolo “Anickov Most” portato in giro per l’Italia fino all’aprile 2008. Dal mese di ottobre 2006, fino a dicembre 2007 presso i Grandi Magazzini Teatrali di Campobasso ha tenuto un laboratorio dal tema “Il Teatro Canzone a confronto”, con la partecipazione di artisti provenienti da varie discipline, dalla letteratura contemporanea alla videografia, dal teatro per ragazzi al teatro contemporaneo; lo stesso laboratorio ha prodotto uno spazio di sperimentazione del nuovo spettacolo “Il Postitaliano” presentato successivamente in alcune repliche a cavallo tra l’aprile 2008 e l’aprile 2009.
Dragotto vanta inoltre, come autore e musicista, diverse collaborazioni con artisti, registi e scrittori. Da ricordare quella intrattenuta con Ferdinando Maddaloni in qualità di autore delle musiche del reality teatrale “ You decide”, nonché della colonna sonora e delle musiche del cortometraggio “Anna Politkovskaja, concerto per voce solitaria” (Premio IMAIE 2009 e premiato sempre lo stesso anno al Roma Fiction Festival come evento culturale). Con lo stesso Ferdinando Maddaloni e con Carmen Femiano, tra il 2008 ed il 2011 ha portato in giro lo spettacolo omonimo sulla giornalista russa, delle cui musiche e canzoni ne è stato autore ed interprete. Inoltre ha firmato, condotto la direzione musicale ed interpretato, tra il 2008 e il 2010, nell’ambito del Festival etno internazionale di Montefalcione (AV) le musiche e le canzoni degli spettacoli “ Frammenti emigranti” e “ Viaggio fra i sentieri dell’essere” con la regia di Peppe De Vita, “ H2O…offresi occasione” con la regia di Emilio Polcaro nonché firmato le musiche di una rivisitazione delle “baccanti” di Euripide.
Con i reading di Altro Verso, quaderno internazionale di segni contemporanei, è stato coautore ed interprete dello spettacolo “frammenti di poetica resistenza”.
Dal febbraio 2012 entra a fare parte del collettivo BE QUIET NIGHT la notte dei cantautori, movimento napoletano cantautoriale della musica d’autore.
Questo mese debutterà il suo primo album “L’ULTIMA CAUSA”, per la POLO SUD RECORDS, in collaborazione con Giovanni Maria Block. “L’Ultima causa” è anche il titolo dello spettacolo di canzoni tratte dal cd e non solo. “Con incursioni brevissime ed estemporanee di monologhi e dialoghi col pubblico, infatti, l’artista celebra il rito in nome dell’ultima delle cause per cui vale ancora la pena di lottare per entrare nel cuore della gente: la musica”.