Anime randagie – Spegni il faro!

A Marghera, l’area industriale posta vicino a Venezia, è stato attivato un faro da 72.000 watt, per festeggiare i 100 anni di Porto Marghera. Il problema è che il fascio di luce proiettato da questo faro potrebbe disturbare la migrazione verso il Nord Europa di molte specie di uccelli. La LIPU, la Lega italiana per la protezione degli uccelli, ha chiesto di spegnere il faro, almeno durante la fase di migrazione. Tutto questo ci deve fare considerare come spesso le nostre attività possono compromettere seriamente di equilibri della natura. Anche l’inquinamento luminoso, spesso non considerato o sottovalutato, ha un suo impatto che può essere veramente grave. A mio avviso, vista la situazione di crisi che stiamo vivendo, bisognerebbe cominciare a considerare seriamente la necessità di limitare il più possibile i nostri consumi e l’impatto sull’ambiente che abbiamo, sia singolarmente, sia come comunità. Se l’illuminazione di una strada è necessaria, per permettere durante la notte lo scorrimento dei veicoli, di sicuro non lo è un faro il cui solo scopo è quello di commemorare una data storica.
Bruno Manzini.