Dolce Ramy

1. Cartoni animali. Bus dirottato, Salvini: “Ramy vuole cittadinanza per compagni? Si faccia eleggere”.
Disse quello che governa col 18%.

2. Colpa dei migranti. Ramy: “Vorrei vedere cosa avrebbe detto Salvini se fossimo morti tutti”.
Avrebbe stappato lo champagne in diretta Instagram.

3. Felpetta nera. Pif contro Salvini: “Il ministro del’Interno fa il bullo con un ragazzino, è un bimbominkia”.
Ma dire che è semplicemente un fascista, no?

4. Lvcania. Elezioni regionali in Basilicata: vittoria al centrodestra con Vito Bardi.
Lo scambio di voti è avvenuto ‘coast to coast’.

5. Diamo i numeri a sinistra. Il Pd passa dal 24,8% al 7,8%. Zingaretti: “Basilicata conferma che l’alternativa siamo noi”.
E niente, stavolta la battuta l’ha fatta lui.

6. Opinioni pubbliche. Elezioni Basilicata: Salvini: “Saluti sinistra”, Meloni: “Basilicata libera”.
Ora aspettiamo il commento dei ‘sassi’ di Matera.

7. Un offerta che non si può rifiutare. Via della seta, fra Italia e Cina accordi per 20 miliardi. Xi Jinping a Palermo.
Perché i 20 miliardi saranno gestiti dalla mafia.

8. Regolamento di conti. Salvini porterà in Senato l’oste che sparò a un ladro.
Occhio, che potrebbe spararli tutti.

9. Non più in fasce. Il fascismo compie 100 anni.
Ma è ancora nel pieno della sua giovinezza.

10. Per Elisa. Di Maio: “La convivenza con la Lega potrebbe andare meglio”.
Un altro che si è stancato di stirare le camicie di Salvini.

11. Dammi il tuo cu…ore. Mughini contro le influencer: “Ai miei tempi le chiamavamo puttanelle”.
E se le caricava in macchina per metterle i like.