L’Arma sbianca

1. Parte incivile. Caso Cucchi, il carabiniere Tedesco: “Botte e calci in faccia a Stefano”.
Ecco perché si chiama Arma dei Carabinieri.

2. Barzellette. Cucchi, la sorella Ilaria: “Bellissima l’ipotesi che l’Arma sia parte civile sul depistaggio”.
E ancora non abbiamo sentito l’ultima di Giovanardi.

3. All Cops Are Leghisti. Salvini sul processo Cucchi: “Io sto sempre con le forze dell’ordine”.
In divisa, a pestare gente innocente.

4. Vive la France, vive le armes. Caos in Libia, il generale Haftar è alle porte di Tripoli.
Le prime dichiarazioni: “Mercì, Macron”.

5. #ApriteIlFuoco. Libia, bombardato l’aeroporto a Tripoli.
Per Salvini ora è un porto sicuro.

6. In questo mondo di ladri. Firenze, furto a casa di Verdini.
Spariti 49 milioni di euro.

7. Acchiappafascisti. Fratelli d’Italia, Caio Giulio Cesare Mussolini si candida alle Europee.
Venimmo, vedemmo… e lo inculammo.

8. Prospettive. Jim Carrey consiglia alla Mussolini di girare al contrario la vignetta del nonno.
Così impara a guardare le cose dal verso giusto.

9. Seconda Guerra Mondiale di Photoshop. Giorgia Meloni sbarca in Polonia.
Nel tentativo di commemorare il 1939.

10. Calice e brunello. Torre Maura, la scrittrice Elena Stancanelli: “Simone non sa parlare italiano”.
Me lo ricordo Pertini affermare che il fascismo andasse combattuto con le apericene.

11. Poco ambientata. Uscito il nuovo libro di Greta Thunberg.
Per la Maglie si tratta pur sempre di un ottimo investimento.