Salò del Libro

1. Affiliazioni. Salvini sul caso Siri: “La Lega non ha nulla a che vedere con la mafia”.
Loro stanno con la ‘ndrangheta.

2. Re-vival. 28 arresti per tangenti a Milano. Retata di politici di Forza Italia.
Non è il trailer di “1994, la serie”.

3. S-faccetta-ture. Stupro a Viterbo, arrestati due esponenti di Casapound.
Vedi se non sono sempre i ‘neri’.

4. Compagni di bevute. Pd, Pina Picierno finanzia la campagna elettorale chiedendo 100 euro per un caffè con lei.
Almeno Bersani la birra se l’è presa da solo.

5. Elementare. Salvini in Toscana: “Vorrei reintrodurre il grembiule a scuola”.
E a mensa olio di ricino per tutti.

6. Dis-articolati. Pd, Zingaretti: “La reintroduzione dell’articolo 18 non è una priorità”.
Ma le indennità proposte da Zanda, sì.

7. L’alba dei morti viventi. Berlusconi esce dall’ospedale: “Ho pensato di essere arrivato alla fine del girone”.
Invece era solo l’ennesimo ‘puttantour’.

8. Il tempo è denaro. Nibiru, secondo una profezia, moriremo tutti tra 49 giorni.
Ma se la Lega ci dà un milione al giorno forse ci salviamo.

9. Verità di carta. Secondo Libero, il freddo di maggio smentisce il riscaldamento globale.
Secondo altri, i giornalisti di Libero smentiscono che il loro sia un giornale.

10. Ortaggi e oltraggi. Gaffe di Giorgia Meloni: “Le zucchine che si pescano nei nostri mari”.
Che sono sempre meglio di un fascio di cetrioli.

11. Inchiostro nero. Salone del libro di Torino, sarà presente anche la casa editrice di Casapound.
Per farci vedere come funziona la stampa al rovescio.