Non c’è pace tra i Salvini

1. Eppur si muove. L’estrema destra tedesca candida Salvini al premio Nobel per la pace.
Pur di farlo andare in Europa.

2. Meritocrazia. Salvini Nobel per la pace.
E Fabio Volo Nobel per la letteratura.

3. Condizioni critiche. Camilleri ricoverato per arresto cardiaco.
Dopo aver visto che fine sta facendo Zingaretti.

4. Aulicismi. Vittorio Feltri: “Camilleri? Montalbano ha rotto i coglioni”.
Il solito giornalista della minchia.

5. Precisazioni. Viceministro leghista Garavaglia: “Le coperture per la Flat Tax ci sono, ma non le diciamo perché sennò Di Maio ce le ruba”.
E quelli che rubano in genere sono loro.

6. Sparizioni. La Lega non vuole svelare le coperture per la Flat Tax.
Forse si trovano nei 49 milioni.

7. Social-ismo o barbarie. Csm, Lotti: “ho già chiarito questa vicenda con due post su Facebook”.
Ma se volete vi fa anche la storia su Instagram.

8. Seghe mentali. Alessandro Di Battista: “Chiamerò Di Maio, polemica montata ad arte”.
Si vede che dietro c’era un bravo falegname.

9. Bot pieni ed economisti ubriachi. MiniBot, Giorgetti fa retromarcia: “Non sono verosimili”.
Del resto, solo i cretini della Lega possono fidarsi di uno come Borghi.

10. Mutande in doppio filo. Padova, il regolamento decide il colore dell’intimo delle vigilesse.
Ancora dubbi sul fatto che debbano indossarlo o meno.

11. Bucaneve. Olimpiadi invernali 2026, l’Italia vince contro la Svezia.
Ma il “biscotto” l’abbiamo subito lo stesso.