Mamma li turchi

1. Guerra e “poca” pace. Gli Stati Uniti abbandonano i curdi lasciandoli in pasto alla Turchia.
Make Erdogan great again.

2. Sempre la stessa storia. Trump: “Il ritiro delle nostre truppe? I curdi non ci aiutarono in Normandia”.
E nemmeno nella rivoluzione americana.

3. Piccioni viaggiatori. Erdogan e Trump si scambiano minacce su Twitter.
Se continuano così, finisce che all’Isis danno direttamente il Nobel per la pace.

4. Cambiamenti climatici. Greta Thunberg favorita per il Nobel per la pace.
E pensate, senza nemmeno andare a scuola.

5. Saltano le teste. La Camera vota il taglio dei parlamentari.
Ma non sarebbe stato meglio approvare una “taglia”?

6. Pd e il contrario del Pd. Giachetti ha votato sì al taglio dei parlamentari annunciando la raccolta di firme per un referendum abrogativo.
Riassumendo in una sola dichiarazione la linea politica di Italia Viva.

7. Non si fa. Sgarbi ai 5 Stelle: “State stuprando il Parlamento”.
Senza nemmeno invitarlo.

8. Con la giusta dose. Lapo Elkann contro Salvini: “Sui migranti comportamento dissolutivo”.
Visto Lapo, che ragioni molto meglio quando non te la tiri?

9. Che pena. Firenze, condannati i genitori di Renzi.
Con 44 anni di ritardo.

10. Non mollare la poltrona. A breve la norma che renderà obbligatori i seggiolini anti-abbandono.
La chiameranno “salva-Brunetta”.

11. Fess-book. Arriva il corso di laurea triennale per diventare influencer.
Bisognava giustificare in qualche modo le vendite del libro di Giulia De Lellis.