Odio di ricino

1. Nero di seppia. Neofascismo, ad Ascoli Piceno Fratelli d’Italia celebra la marcia su Roma con una cena-evento.
Si sono mangiati tutto come al solito.

2. Stomaco sottosopra. Il ristoratore della cena: “Nessuna camicia nera e slogan del Ventennio”.
Ha fatto solo una bella ‘infornata’.

3. Nostalgici. Antisemitismo e odio razziale, via libera alla ‘commissione Segre’, ma il centrodestra si astiene.
Preferiscono l’olocausto della democrazia.

4. Più ‘velina’ che giornalista. Massimo Giletti sul caso Liliana Segre a L’aria che tira: “Lei straordinaria, ma le commissioni sono inutili”.
Tanto mica ci eleggi il presidente del consiglio.

5. In sospeso. Alessandra Mussolini: “Chi espone la foto o il disegno di mio nonno a testa in giù commette un atto di violenza, che andrebbe perseguito”.
Vedi cosa succede a lasciare le cose ‘appese’.

6. Fare la storia. Trump definisce l’impeachment come una ‘caccia alle streghe’.
Del resto con lui siamo tornati al Medioevo.

7. Affogato al cioccolato. Il primo sindaco transgender d’Italia si chiama Gianmarco Negri.
E allora ditelo che volete male a Salvini.

8. Voce bianca. Halloween: Mario Giordano spacca zucche in TV.
E non solo quelle.

9. Blu profondo. Il 2 novembre saranno rinnovati gli accordi Italia-Libia.
Per commemorare i morti.

10. A scuola di omertà. Pavia, maestra denuncia un caso di una bimba maltrattata e viene sospesa dalla preside.
Vale come insegnamento.

11. Buongiornissimo. Internet compie 50 anni.
Ora capisco perché è pieno di analfabeti che postano gattini.